Controlli e spedizioni internazionali

Servizi di logistica ferroviaria, marittima e terrestre

Agenzia Marittima

Storia

La Viglienzone Adriatica appartiene al Gruppo Viglienzone, attivo da oltre 90 anni nel settore delle spedizioni internazionali.
Il Gruppo, che prende il nome del suo fondatore Luigi Silvio Viglienzone, nasce a Genova nel 1924 ed ha un immediato successo commerciale.
Nell'arco di alcuni anni sviluppa la sua attività attraverso una rete di filiali che hanno sede a Livorno, Ravenna, Venezia, Trieste e Fiume.

Nella seconda metà degli anni 30 la Viglienzone è una struttura fiorente, affermata, dotata di una organizzazione articolata su tutto il territorio nazionale.

Dopo la seconda guerra mondiale la Società sviluppa ulteriormente la sua attività e nel 1961 viene costituita la Viglienzone Adriatica Spa che potenzia ed espande l'iniziativa nel settore delle spedizioni internazionali.

In oltre 50 anni di attività la Società ha raggiunto una posizione leader sul mercato, in particolare dei prodotti agro-alimentari, di cui gestisce un'importante quota di mercato, operando soprattutto nei porti di Ravenna e Venezia.

Progressivamente la Viglienzone ha costruito un ampia rete di filiali italiane, di affiliate estere, di agenzie e corrispondenti in diversi Paesi del mondo, ed ha allargato i propri orizzonti operativi: dai servizi di consulenza doganale a quelli assicurativi, dai brokeraggi ai servizi di agenzia marittima, nei prodotti liquidi, nelle attività di controllo e monitoraggio sia nel settore agroalimentare che industriale e da ultimo nella logistica ferroviaria.

Nell'ambito del settore strategico dei controlli la Società gode di ampio credito nel contesto europeo ed opera per conto di AG.E.A., della U.E., del Ministero degli Affari Esteri, della FAO e del World Food Programme nonché dei principali traders mondiali.

In forte espansione lo sviluppo della logistica ferroviaria che grazie alle relazioni pluriennali instaurate sia con le ferrovie sia nazionali che estere ha costruito un'importante rete di collegamenti dai principali porti agroalimentari e luoghi di stoccaggio verso gli stabilimenti interni raccordati e nelle relazioni estere (in particolare dall'Ungheria, Croazia e Francia).